Highlander Otavalo e attraverso le Ande per Cuenca

Highlander Otavalo e attraverso le Ande per Cuenca

Giorno 1: Quito – Otavalo – Peguche – Ibarra – Magdalena
A due ore da Quito si trova una delle piantagioni di rose; l’Ecuador è infatti il secondo esportatore al mondo di questo prodotto. Potrai imparare molte cose riguardo questa attività. Il mercato indigeno di Otavalo, il più famoso dell’America del Sud. Si possono trovare tessuti, borse, cappelli, strumenti musicali andini o semplicemente apprezzare il lavoro degli abili artigiani.
Cittadina di Peguche – nota per il suo tradizionale telaio e il suo laboratorio di strumenti a fiato andini
Vista panoramica di Ibarra.
In mezzo a un meraviglioso paesaggio andino ci dirigeremo verso la comunità indigena di Magdalena. Il paesaggio è formato da una grande varietà di coltivazioni ricche di colori che ricoprono i pendii del vulcano Imbabura.
Scopriremo la magia di questa nicchia nascosta nella montagna grazie a una serie di attività facoltative, come passeggiate a cavallo, ciclismo di montagna e trekking sulle vette circostanti.
Include pranzo, cena e alloggio nella Comunità Indigena Karanki Magdalena
Giorno 2: Magdalena – Parco Nazionale Cotopaxi
Impareremo molte cose riguardanti le attività giornaliere del luogo, come ad esempio la mungitura mattutina delle vacche, la pastorizia e, a seconda del periodo, l’aratura per mezzo di buoi.
il Parco Nazionale Cotopaxi. La sua principale attrattiva è il vulcano innevato Cotopaxi (5897 m) considerato come il vulcano attivo più alto del mondo. A nordovest c’è il Rumiñahui  (4557 m) e tra le due montagne si trova la pianura di Limpiopungo.  Nonostante l’elevata altitudine, il Parco conta numerose specie di piante e alcuni uccelli. I visitatori avranno la possibilità di gustare un delizioso pranzo in una fattoria tradizionale delle Ande o di visitare, a seconda del giorno della settimana, un mercato indigeno.
Include colazione, pranzo, alloggio nella Comunità Indigena Karanki Magdalena e biglietto Parco Nazionale Cotopaxi
Giorno 3: Riserva Chimborazo – Riobamba
Verso il sud con un viaggio di tre ore e arrivo a Riobamba, passando per città come Latacunga e Ambato, lungo l’Itinerario del Vulcani; si giunge ai contrafforti sul lato occidentale del vulcano più alto dell’Ecuador, il Chimborazo (6.310 sul livello del mare): questa riserva si dedica alla produzione di vigogna, e mostra la bellezza delle Ande in tutto il suo splendore. All’incirca alle due del pomeriggio ci dirigiamo verso Riobamba; all’arrivo faremo una visita panoramica delle principali piazze e chiese.
Include colazione, biglietto Riserva chimborazo, alloggio  
Giorno 4: Riobamba – Alausí – Inca Cañari  Rovine di Ingapirca – Cuenca
Andando verso sud, apprezzeremo un cambiamento incredibile del paesaggio. 
Ad Alausí faremo uno spettacolare viaggio in treno attraverso la Nariz del Diablo (il Naso del Diavolo), vera e propria prodezza ingegneristica del principio del XX secolo. 
Successivamente visiteremo le rovine archeologiche incas di Ingapirca, nome che significa “grande parete”.
Arrivo a Cuenca per passarvi la notte.
Include colazione, sputino, biglietto  del treno e alloggio 
Giorno 5: Cuenca
Cuenca, Patrimonio Culturale dell’Umanità, è una delle città più belle del paese, per le sue stradine di pietra, i graziosi balconi in ferro battuto e le piazze piene di vita e di colore.
Il Museo del Banco Central espone una collezione d’arte permanente di archeologia, etnografia dell’epoca coloniale e repubblicana.
Il Monastero dell’Immacolata Concezione, chiostro costruito tra il 1628 e il 1729, contiene una collezione abbastanza insolita di arte religiosa. 
Fabbrica di cappelli di paglia “toquilla” (panama) e inoltre il belvedere di Turi, da cui si può apprezzare una perfetta vista panoramica della città. Ritorno in albergo o in aeroporto.   
Comprende colazione, biglietto Banco Central, Il Monastero dell’Immacolata Concezione.

Highlander Otavalo e attraverso le Ande per Cuenca